I chitarristi Miguel Ángel Cortés e Paco Javiér Jiméno 

Miguel Ángel Cortés

il chitarrista flamenco Miguel Ángel Cortés

L’artista Miguel Ángel Cortés

Miguel Ángel Cortés nasce a Granada nel 1972 in seno ad una famiglia di chitarristi.
Alla precoce età di otto anni entra nel mondo del flamenco attraverso la Zambra del Sacromonte. Già dal 1986 accompagna grandi figure del baile come: Mariquilla, Manolete, Antonio Canales, Eva la Yerbabuena, Javier Barón e Juan Andrés Maya, facendo lunghe tournée in Europa, Turchia, Stati Uniti e Giappone.
Ha accompagnato in Spagna grandi figure del cante come José de la Tomasa, José Mercé, Chano Lobato, Enrique Morente, Miguel Poveda, Chiquetete, El Pele, Luis Heredia El Polaco, Morenito de Illora, Estrella Morente.
Nel 1990 incomincia a lavorare con la cantaora Carmen Linares insieme a suo fratello Paco Cortés in numerosi concerti in Spagna ed in giro per il Mondo.

Nel 1994 ottiene il primo premio del concorso di chitarra Paco de Lucía.
Nel 1995 presenta con il suo gruppo due concerti nel teatro Alhambra di Granada. Nel dicembre dello stesso anno collabora nell’incisione del disco Omega di Enrique Morente e del gruppo rock Lagartija Nick.

Il chitarrista di flamenco Miguel Ángel Cortés

Miguel Ángel Cortés

Nel 1998 comincia l’incisione del suo primo disco ‘Patriarca’ che riflette la sua maturità musicale non solo come chitarrista ma anche come compositore flamenco; mescola sapientemente una squisita sensibilità verso gli stili classici senza tralasciare una minuziosa ricerca di nuove forme musicali. Con questo lavoro realizzerà tournée in Spagna e Africa, in cui lo accompagnano José Antonio Galicia e Chico Fargas per le percussioni, Miguel Corral alla chitarra e Marina Heredia, Chonchi Heredia e Raquel Enamorado con il cante.

Nel 2005 incide ‘Bordón de Trapo’ con la collaborazione della già citata Carmen Linares. In questo disco Arcángelcanta una Soleá ed Esperanza Fernández una Bulería.
Sono anni che Miguel Ángel Cortés accompagna questi due artisti come loro chitarrista ufficiale creando in special modo con Arcángel una intesa musicale che ha dell’incredibile.

                                                                           

                                                                       Paco Javiér Jiméno 

Nasce a Estepona (Malaga) nel 1971.
Comincia a suonare la chitarra a soli 12 anni e tre anni dopo già si esibisce professionalmente nel Tablao Fiesta de Málaga.

chitarra flamenca di Paco Javiér Jiméno 

L’artista Paco Javiér Jiméno

Ha al suo attivo una lunga esperienza di accompagnamento al cante con figure di primo piano come Fosforito, José Mercé, Luis de Cordoba, Chano Lobato, Agujetas, persino Camaron.
E’ stato nel 1994 il chitarrista ufficiale del XXII Congreso de Arte Flamenco di Estepona e ha suonato al teatro Principe di Madrid, accanto a José Gomez Leon El Ecijano.
Come chitarrista e direttore musicale ha effettuato la tournée internazionale con la compagnia Fiesta Gitana, con l’Opera Flamenca “Xeb-Alhamar, su voz” e la compagnia del bailaor David Morales.
Al suo attivo ha moltissimi premi vinti in concorsi locali della zona di Malaga, come quello della Unión del Cante di Mijas-Costa e quello della Torre del Cante di Alhaurín de la Torre, ma anche premi molto importanti, come il primo premio internazionale di chitarra flamenca di Nimes, il prestigioso Premio Nacional Manolo de Huelva del XIV Concurso Nacional di Córdoba, o il famoso Bordón Minero del XXXV Festival Nacional del Cante de las Minas di La Unión. Nel 1998 vince a Montellano (Sevilla) il prestigioso premio El Madroñero destinato a chitarristi giovani. Nello stesso anno, vince il primo premio al concorso per giovani interpreti della Bienal di Sevilla, in seguito a cui partecipa a una serie di spettacoli nei maggiori teatri andalusi.

Si è esibito al Festival del cante de las Minas de la Unión, e in festival in America, Germania, Filippine, Israele, Grecia, Turchia, Marocco, Egitto, Russia, Irlanda…
Ha svolto anche attività di insegnamento a livello nazionale e internazionale. E’ insegnante di chitarra flamenca presso la Casa della Cultura del Comune di Estepona.
E’ stato artista invitato al festival internazionale della chitarra di Friburgo in Svizzera, che riunisce i migliori chitarristi al mondo di diversi stili musicali.
Ha suonato al festival di Jerez come concertista in un ciclo dedicato alla chitarra flamenca.
Si è esibito alla Bienal di Sevilla con la compagnia di Maria Serrano e con quella di David Morales, e al festival flamenco Catalano.

sabina

Sabina ha iniziato a ballare prima ancora che a camminare. E forse non sa ancora camminare tanto bene neppure adesso, perché senza danza non può proprio stare. Danza come espressione e comunicazione e come maniera per esistere