Antonio Suárez Salazar 

Antonio Suárez Salazar

Cantaores di flamenco Antonio Suárez Salazar 

Antonio Suárez Salazar

Antonio Suárez Salazar, Guadiana nasce a  Badajoz, in Extremadura, nel 1955.
Antonio Suárez Guadiana viene da una famiglia che molto ha dato al cante  flamenco extremeño: suo fratello è Ramón el Portugués, suo zio Porrinas de Badajoz, suoi cugini sono La Negra e Juan Salazar.
A soli 17 anni debutta nel tablao madrileno Café de Chinitas.
Negli anni ’80 canta in molti tabalos, come il Torres Bermejas e Los Canasteros, costruendosi una reputazione di cantaor esperto nell’accompagnamento del baile e di palmero: ha lavorato con le compagnie de El Güito, La Tati, Javier Barón, La Tolea, Merche Esmeralda, Eva la Yerbabuena e con Antonio Canales.
La sua collaborazine è stata anche richiesta in spettacoli internazionali da parte di figure come Enrique Morente o Pepe Habichuela, che lo ospita come cantaor nel suo disco Yerbagüena, del 2001.
Incide il suo primo cd, “Cuando el río suena” nel 1999, e il secondo, “Brillo de Luna” nel 2002.
Guadiana è disponibile a sperimentazioni musicali, come  quella che ha fatto nel cd “Chanson Flamenca”, un progetto in cui un folto gruppo di cantaores si prestano ad afflamencare la canzone francese.

sabina

Sabina ha iniziato a ballare prima ancora che a camminare. E forse non sa ancora camminare tanto bene neppure adesso, perché senza danza non può proprio stare. Danza come espressione e comunicazione e come maniera per esistere