Ángel Muñoz

Ángel Muñoz

bailaores flamenchi Ángel Muñoz

Ángel Muñoz

Ángel Muñoz nasce a Cordova nel 1973. Dopo otto anni di studio con la maestra Inmaculada Luque Nella sua città natale, Cordova, nella quale frequenta anche il Conservatorio de Danza, entra nella Compañía Ziryab Danza, diretta da Javier Latorre.
Ángel Muñoz fin da subito è stato solista nell’opera coreografica basata su “La Forza del Destino”, con cui si esibisce in parecchi teatri in tutta Europa.
Balla in varie opere e compare in una serie televisiva. Ottiene nel 1994 il premio ‘La Mejorana’ nel Concurso Nacional de Arte Flamenco di Cordova.
Como protagonista ha ballato nella compagnia del ballerino José Antonio e in quella del chitarrista Paco Peña, con cui ha fatto spettacoli in tutto il mondo. 
E’ stato primo ballerino nella compagnia di María Pagés. Con lei ha ballato in spettacoli come “La Tirana”, che ha debuttato alla Bienal de Sevilla del 1998, e “Flamenco Republic”, che è stato presentato a New York nel 2001. Con la compagnia, Ángel Muñoz ha ballato da solista in moltissimi teatri internazionali.
Un altro dei suoi lavori più recenti è la colaborazione con il chitarrista Víctor Monge Serranito nello spettacolo “Sueños de ida y vuelta”, nel quale balla insieme con sua moglie, Charo Espino, che spesso è anche sua partner artistica. Ángel Muñoz ha formato una sua compagnia con la miglie, le bailaoras Maribel Espino e Inmaculada Ortega, i chitarristi Jorge Rodríguez e Manuel Pérez; i cantaores Miguel Ortega e José Ángel Carmona e il  percussionista Nacho López. Con la compagnia, nel 2003 debutta in Sudafrica con lo spettacolo “Robándole al alma”.

Attualmente è una delle figure di maggiore forza nel baile flamenco, e gode di grande considerazione da parte del pubblico, della stampa e dei colleghi. Da anni si dedica con succeso anche all’insegnamento.

 

sabina

Sabina ha iniziato a ballare prima ancora che a camminare. E forse non sa ancora camminare tanto bene neppure adesso, perché senza danza non può proprio stare. Danza come espressione e comunicazione e come maniera per esistere