Conc. nacional de arte flamenca cordoba

Il Concurso Nacional de Arte Flamenco de Córdoba, si svolge ogni tre anni.
Nasce nel 1956, con il desiderio di riscattare il cante con la purezza tradizionale del «viejo Cante Jondo», che all’epoca si manteneva solo ai margini del mondo dello spettacolo, e insieme con la speranza di non gettare nell’oblio la gara che si celebró a Granada nel 1922, proposta da Manuel de Falla e da Federico García Lorca.
Alla nascita si chiamò Concurso Nacional de Cante Jondo, denominazione che cambiònell’odierna di Concurso Nacional de Arte Flamenco alla sua quarta edizione, nel 1965.
Il Concurso è promosso fin dalla sua prima edizione dal Comune di Córdoba. Dal 1992 viene organizzato e gestito dalla Fundación Pública Municipal Gran Teatro de Córdoba.
Questo concorso triennale viene inserito nella cornice delle feste del maggio cordobese, nobilitando così il Festival de los Patios.
Negli anni il Concurso ha incoraggiato e spinto il flamenco contribuendo a rendere più degna la considerazione artistica e professionale del genere e dei suoi interpreti.
Le edizioni successive, celebrate da allora, costituirono, d’altra parte, un ricco ed esauriente panorama delle diverse manifestazioni artistiche del genere, valore documentario, questo, che ha reso possibile registrare nella storia recente dell’arte flamenca lo stato e l’evoluzione del cante, del baile e del toque lungo tutto l’ultimo mezzo secolo, rendendo la gara, come è stato detto in qualche occasione, in un autentico «laboratorio del flamenco classico».
Dell’importanza del Concurso Nacional de Córdoba nella rivelazione di giovani talenti, e nel lanciare coloro i quali siano già figure emergenti o nel confermare i grandi artisti, dà  buona prova la lunga lista di nomi di riconosciuto prestigio che sono stati premiati nel concorso cordobese: Fosforito, Curro de Utrera, Fernanda e Bernarda de Utrera, José Menese, Paco Laberinto, Matilde Coral, Merche Esmeralda, Paco de Lucía, Merengue de Córdoba, Paquera de Jerez, Víctor Monge Serranito, El Lebrijano, Luis de Córdoba, Manolo Sanlúcar, Juan Habichuela, Mario Maya, Paco Cepero, El Pele, Paco Peña, José Mercé, Joaquín Grilo, José Antonio Rodríguez, Vicente Amigo, Javier Latorre, Paco Serrano, Antonio el Pipa…
Il prestigio del Concurso de Córdoba, che viene denominato «concurso de concursos», non ha pari nella storia della musica flamenca. Data l’importanza del percorso che ha seguito a partire dalla sua creazione, la gara è oggi il principale punto di riferimento dei concorsi flamenchi e l’unico della sua categoria a portare il titolo di Premio Nacional.

sabina

Sabina ha iniziato a ballare prima ancora che a camminare. E forse non sa ancora camminare tanto bene neppure adesso, perché senza danza non può proprio stare. Danza come espressione e comunicazione e come maniera per esistere