Struttura dei palos: Tangos

Tangos de Málaga e Tango del Piyayo

Nella sua genesi si nota l’influenza d’oltremare, della musica americana, come tutti I tangos, ma ancora di più.

La derivazione diretta dai tangos di Granada, più che da quelli della zona ovest dell’Andalusia, sembra molto chiara.

Il suo ritmo è in 4/4, come qualsiasi Tango, ma è molto lento e cadenzato, si presta bene ad essere danzato, in modo solenne ed espressivo.

Si suona in scala minore, ma nella parte finale, dopo il cambio di velocità, diviene più solare e scherzoso, e prosegue in tonalità maggiore.

E’ detto anche generalmente Tango del Piyayo, dal nome di un cantaor che lo rese famoso. El Piyayo era il nome d’arte di Rafael Flores Nieto, cantaor e chitarrista nato a Málaga nel 1864 e morto nel 1941. Il Tango che creò, sul tema dei Tangos di Málaga, ha un’aria che ricorda la Guajira: in gioventù El Piyayo era stato a Cuba, per la guerra e probabilmente era anche finito in prigione, e là apprese molti dei cantes che poi interpretava o comunque alle carceri dedicò i testi di molte letras di sua creazione.

Esempi di letras por Tango de Málaga:

Adiós Málaga la bella (o anche Adiós patio de la carcel)

Rincón de la barbería

Que a los que no tienen dinero

Les afeitan con agua fría

(Addio Malaga la bella- o anche Addio patio del carcere-/ Angolo del negozio di barbiere/ Che quelli che non hanno soldi/ Li radono con l’acqua fredda)

No empleeis la violencia

Diplomácia es lo mejor

Que así se ganan las guerras

Y gana siempre el mejor

(Non impiegate la violenza/ La diplomazia è la cosa migliore/ che così si incono le guerre/ E vince sempre il migliore)

Esempio di letra di cambio

Estando de guardia un día

En el Monte de Ginés

Me dije mi coronel

Ay que a donde pertenecía

Yo le dije Andalucía

De la quinta, capitán

Donde derraman la sal

De las mujeres bonitas

Y de los hombres valientes

Barrio de La Trinidad

(Stando di guardia un giorno/ sul Monte Ginés/ Il mio colonnello mi chiese/ A quale-divisione- appartenessi/ Gli dissi “Andalusia”/ Della quinta, capitano/ Dove diffondono il sale –le buone qualità-/ Delle belle donne/ E degli uomini coraggiosi/ Quartiere de “La Trinidad”)

Letra di Tango veloce in scala maggiore

Ay ay Que ganas tengo que llegue

El mes de los caracoles

Pa’ comprarle yo a mi niña

Una bata de colores

(Ay ay, Che voglia ho che arrivi/ Il mese delle chiocciole/ Per comprare alla mia bimba/ Un vestito colorato)

 

sabina

Sabina ha iniziato a ballare prima ancora che a camminare. E forse non sa ancora camminare tanto bene neppure adesso, perché senza danza non può proprio stare. Danza come espressione e comunicazione e come maniera per esistere