Il Flamenco a Milano è il Mosaico Danza. Corsi, Lezioni, Seminari di Flamenco, Palos Flamenchi, Musica dal Vivo
mosaicoflamenco - il portale italiano del flamenco

Gazpacho blanco o Ajoblanco

L'ajoblanco è una minestra fredda di verdura, diffusa in Andalusia. E' molto più energetica del gazpachoi classico perché contiene mandorle.

Ingredienti:

100 g. di mandorle crude
500 g. di pane secco
2 spicchi d'aglio
1 bicchiere di olio d'oliva
1 cucchiaiodi aceto
1 litro d'acqua fredda
Sale
Facoltativo succo di limone e uovo
Alcune ricette propongono uguali quantità di pane e di mandorle, e in questo caso la minestra risulta davvero molto energetica.

Per l'aliño (guarnizione):

250 g. di uva dolce sbucciata e senza semi

2 fette di melone o una mela a dadini
Pinoli
Uva passa

Preparazione:

Scaldare l'acqua e aggiungervi le mandorle non appena prende il bollore. Lasciare le mandorle a bollire per 2 o 3 minuti, scolarle e pelarle.
Mettere a bagno la mollica di pane in acqua.
In un mortaio, pestare l'aglio con il sale (alcuni aggiungono anche un uovo) e aggiungervi le mandorle, fino ad ottenere una pasta omogenea. Al tradizionale mortaio, si sostituisce oggi un frullatore che sia in grado di montare.
Sempre battendo con il pestello, aggiungere la mollica (la crosta renderebbe il composto più scuro e meno fluido) e poi l'olio, quasi goccia a goccia, e poi l'aceto sempre senza smettere di mescolare. Il composto deve avere la consistenza di una maionese.
Versare il composto in una terrina e aggiungervi pian piano l'acqua e regolare di sale ed eventualmente di limone fino ad ottenere la consistenza desiderata. Porre in frigo e servire freddo.
Molto probabilmente l'Ajoblanco è stata la forma più antica di gazopacho, forse di origine araba o ebraica. Nella Bibbia si menziona un cibo a base di olion e aceto che potrebbe essere questo.
Già dal secolo XIII della storias di Al Andalus, l'Andalusia araba si hanno notizie della diffusione di questa minestra.
Nel secolo XVII questa bevanda si è evoluta con l'uso di altre verdure, importate dal Nuovo Mondo come pomodori e peperoni dando origine alla forma di gazpacho che oggi risulta più largamente diffusa