Il Flamenco a Milano รจ il Mosaico Danza. Corsi, Lezioni, Seminari di Flamenco, Palos Flamenchi, Musica dal Vivo
mosaicoflamenco - il portale italiano del flamenco

Sei alle prime armi nel

tuo percorso flamenco ?

 

Consigli pratici :


Forse ti sarai dimenato in disco con gli intramontabili pezzi dei Gipsy King... Può essere un inizio, ma diciamo che vengono considerati quantomeno un fenomeno limitrofo al flamenco, se non addirittura, dai più cabales, antiflamenchi oltre che dannosi. Ricordiamoci che sono stati un fenomeno ultracommerciale e che di loro non si parla più da circa un decennio, se sono stati intelligenti si saranno comperati un'isoletta !

 

Forse sarai anche andato a vedere uno spettacolo del mitico Joaquin Cortes... può starci, Joaquin Cortes è un gitano, viene da una scuola classica, conosce con grandissima profondità il flamenco che è parte inscindibile della sua gente e del suo sangue... semplicemente ha deciso di fare altro, quando Joaquin Cortes deciderà di tornare al flamenco lo aspetteremo tutti a braccia aperte !

Piccola digressione, i gitani, -antropologicamente parlando- la camicia se la strappano per motivi seri: come per festeggiare la verginità della sposa, o magari prima di darsi una coltellata... e non per buttarla in pasto a un orda di sbarbine deliranti.

 

Ed ora parliamo di flamenco:


Il flamenco è qualcosa di veramente antico e ancestrale... in queste pagine puoi scoprirne la storia, puoi iniziare a renderti conto che è un'arte talmente vasta che una sola vita non può bastare per conoscerla in ogni sua piega.


Ma se stai iniziando, non andare a comperare i dischi degli artisti storici degli anni '30, '40 o '50, non perché non siano flamenchi, sono flamenchissimi, ma forse sei tu a non essere ancora abbastanza abituato alle sonorità del flamenco da poterli comprendere... non disperare e continua a leggere per favore !

 

Esiste nelle più grandi catene italiane (Messaggerie Musicali, Ricordi, Virgin,  Mondadori, Feltrinelli, Fnac, anche se da fnac sono messi un po' meglio) nelle sezioni etnic & world music una serie di spazi denomitati 'Flamenco'. Nella maggior parte dei casi bisognerebbe aggiungere la dicitura 'Spazzatura', o a scelta trash, junk o punk, per denominare la quasi totalità della roba che viene commercializzata lì dentro, con titoli evidentemente scelti a caso da addetti inesperti o mandati da case discografiche criminali che pubblicizzano artisti sconosciuti (che avranno firmato un contratto di -schiavo a vita-), oltre che mediocri.


Quindi, se quello che vuoi è Flamenco, non comperare niente con la dicitura 'flamenco chillout' o 'flamenco light' o roba del genere: tra questa roba e il flamenco ci passa la differenza che c'è tra un big mac e una fiorentina alla griglia! -se preferisci il big mac esci immediatamente da questo sito per favore-

La cosa comunque sta lentamente migliorando, è per quello che consigliamo a chi non abbia un negozio di flamenco di fiducia sotto casa (lo stivale intero pare esserne pieno) di andare quantomeno da fnac, che è una catena francese da molti anni ben radicata anche in Spagna... abbiamo trovato un effetto positivo della globalizzazione!

 

Fondamentale nel tuo percorso di avvicinamento al flamenco è anche la cultura musicale di riferimento dalla quale arrivi, per sceglierti il 'tipo di flamenco' che potrebbe piacerti e che potresti ascoltare in un primo momento: difatti negli ultimi quarant'anni è cresciuta tutta una generazione di grandissimi artisti flamenchi che ha portato il flamenco in ogni angolo del globo sperimentando e creando fusione col jazz, col blues, con la musica latina, con la musica araba, con la musica indiana e con molti altri generi ottenendo veramente dei grandissimi risultati. Questa nuova generazione, oramai ampiamente matura, in un primo momento venne molto criticata dai genitori -sono quasi tutti figli d'arte dei vecchi flamenchi tradizionali che hanno sempre predicato il flamenco puro per il quale abbiamo un grandissimo amore, oltre che rispetto-, ma c'è da dire che se il flamenco non si fosse evoluto probabilmente sarebbe un'arte moribonda o comunque relegata a pochissimi intenditori.


Quindi riassumendo, per avvicinarsi al flamenco :


*Avvicinarsi attraverso sonorità e stili che in parte possano già esserci familiari e, come in qualsiasi cosa che ci è nuova, non cominciare dalle cose troppo antiche, che sono un po' ostiche e complicate: faremmo fatica a comprenderle.
*Evitare le registrazioni delle feste di paese e di conseguenza i titoli tipo 'Las Mejores Sevillanas Rocieras', o 'La Hermandad de La Virgen de la Macarena canta los mejores Fandanguillos de la romeria': Questa roba, piacevolissima da vivere e da ascoltare durante le feste, fa parte del folklore andaluso e non del flamenco. Molto spesso trattano temi legati alle feste religiose e per noi potrebbero essere di squisito interesse... antropologico! Ricordatevi che se tra spagnoli e italiani ci si definisce 'cugini' molto è dovuto alla similitudine culturale e geografica che c'è tra i rispettivi sud e nord dei nostri paesi, non esistono altre due culture al mondo con una simile analogia. Se vuoi quindi farti un'idea di come potrebbero essere gli spagnoli al sud pensa alla nostra gente della Campania, della Calabria, delle Puglie o delle isole; cosiccome molto probabilmente in un catalano o un basco riconoscerai il lombardo o il piemontese.

Tornando alla musica :
*Evitare, come già detto, tutto ciò che viene propinato come similflamenco, Ottmar Liebert compreso! C'è chi è convinto che il flamenco sia una cosa troppo dura: non è così, fidatevi, esistono stili che una volta che li conosci e li apprezzi, come il cante jondo, hanno la capacità di strapparti le budella o farti mettere a piangere; così come esistono stili, come bulerias, alegrias e cantinas, sincopati e allegri che ti fanno entrare il ritmo nel sangue; altri generi come i fandangos che ti fanno scoprire le radici dell'anima rurale andalusa.

 

Concludendo questi sono i dischi che ti consigliamo:

 

paco_de_lucia_cositas_buenas_150L'ultimo lavoro di quello che è considerato il più grande maestro di tutti i tempi, in questo disco si sbizzarrisce dando fondo alla sua creatività. Se il tuo interesse è per la chitarra, per avere un'iniziale idea del lavoro di Paco altri dischi che dovresti ascoltare potrebbero essere 'Luzia' più melodico e orecchiabile,  'Zyryab' che è un disco di grandissimo impatto. 'Siroco' che è forse considerato dagli 'addetti' il più grande disco di Paco de Lucia, vale la pena sicuramente averlo, anche se, torno a dire, Zyryab è più adatto ad un pubblico non prettamente flamenco; vi partecipa il grandissimo pianista jazz Chick Corea.

 

 

zyryab_siroco_luzia_450 Bisogna considerare che Paco ha inciso almeno una ventina di dischi solo per quanto riguarda il suo lavoro in ambito flamenco...come detto queste proposte sono una piccola scelta per neofiti all'interno del lavoro di uno straordinario artista con una carriera che dura da oltre un cinquantennio.

 

 

 

1992_camaron_potro_de_rabia_y_miel_mercury_150Camaron non può non essere ascoltato se si ha la pretesa di addentrarsi nel flamenco. Anche se, come primo ascolto, può risultare come un pugno nello stomaco. Avendo però un'idea di Camaron e Paco possiamo tracciare una prima linea di suddivisione tra il flamenco 'antico' (fino agli anni '60 del novecento) ed il flamenco odierno. Camaron e Paco sono stati precursori di questo rinnovamento. 'Potro de Rabia y Miel' è il suo ultimo disco. Vale la pena dare un'occhiata alla sua biografia.

 

 

 

 

 

...continua...

 

N.d.r. Il tono di questa pagina sarà anche un poco comico e al limite dell'altezzoso...è vero, ma ricordati che se cominci a navigare in questo sito potrai scoprire e cominciare a capire in un paio di sere cose che noi ci abbiamo messo diec'anni...

 

P.s. Se fai la classica capatina a Barcellona o Madrid vai a acquistare da El Corte Ingles, che è un grande magazzino tipo rinascente presente in tutte le città spagnole, hanno quasi sempre un reparto musicale molto ampio con abbondanza di titoli flamenchi di qualità; ad agosto e gennaio fanno i saldi sui cd...come da noi i vestiti ! Anche le succursali iberiche della catena Fnac meritano una visitina !

A Madrid cercati il negozio El Flamenco vive, A Siviglia Compas Sur, a Malaga Flamenka.

 

 

 

Questo sito è un portale culturale, offerto e gestito dalla scuola Il Mosaico danza asd di Milano

 

Se vuoi, visita il sito: www.ilmosaicodanza.it